I.I.S. G. Falcone e P. Borsellino

I.I.S. G. Falcone e P. Borsellino

Palau - Arzachena - Santa Teresa Gallura

Documenti e informazioni

Link a documento in formato PDF Informativa Genitori Alunni rev. 1.3
Link a documento in formato PDFRegolamento d’Istituto
Link a documento in formato PDF Informativa utilizzo Google Workspace
Link a documento in formato PDF  Informativa privacy studenti atleti

 

Faqs sul servizio pago in rete

Cos’è PagoPA?

“PagoPA” è un sistema per rendere più semplici, sicuri e trasparenti tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione. pagoPA è adottato obbligatoriamente da tutte le Pubbliche Amministrazioni e dagli altri soggetti obbligati per legge e da un numero crescente di Banche e di istituti di pagamento (Prestatori di Servizi a Pagamento – PSP). pagoPA è previsto in attuazione dell’art. 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale) e dal D.L. 179/2012. pagoPA nasce per specifici motivi:

  • incrementare l’uso di modalità elettroniche di pagamento a livello di sistema Paese in considerazione del fatto che, i pagamenti verso gli Enti Creditori, sono rilevanti per numero di transazioni e volumi;
  • rendere il cittadino libero di scegliere come pagare, dando evidenza dei costi di commissione;
  • ridurre i costi di gestione degli incassi per gli Enti Creditori;
  • standardizzare a livello nazionale le modalità elettroniche di pagamento verso gli Enti Creditori.

Ulteriori informazioni sono reperibili al sitohttps://www.pagopa.gov.it/.

Le scuole sono obbligate ad aderire a pagoPA?

, tutte le Pubbliche Amministrazioni e quindi anche gli istituti scolastici devono aderire al sistema pagoPA mettendo a disposizione dei cittadini un servizio apposito.

Che cos’è Pago In Rete?

“Pago In Rete” è la piattaforma centralizzata del Ministero dell’Istruzione che permette alle famiglie il pagamento elettronico con pagoPA delle tasse e dei contributi scolastici configurati dalle scuole.

L’utilizzo di Pago In Rete, è obbligatorio?

Ai sensi dell’art. 65, comma 2, del D.Lgs n. 217/2017 il 28 febbraio 2021 è stato il termine ultimo imposto alle Pubbliche Amministrazioni per integrare i propri sistemi di incasso con la piattaforma pagoPA.
La scuola che utilizza l’applicazione SIDI Pago In Rete, per digitalizzare i contributi richiesti alle famiglie per i servizi offerti agli alunni, assolve gli obblighi previsti dalla normativa, perché rende disponibile il pagamento telematico dei contributi richiesti con il sistema pagoPA.

È possibile pagare tasse e contributi scolastici con pagoPA?

Il servizio di pagamento Pago In Rete permette di pagare con pagoPA le tasse e i contributi configurati dalle scuole che lo utilizzano per la gestione dei pagamenti telematici.

 

Come accedo a Pago In Rete per i contributi scolastici?

L’accesso al servizio Pago In Rete può essere effettuato dalla home page del portale del Ministero dell’Istruzione (www.miur.gov.it) selezionando il link “Argomenti e servizi” e poi il link “Servizi Pago In Rete” e infine il pulsante “VAI AL SERVIZIO” oppure con il banner “Pago In Rete” dalla sezione “Servizi”.
In alternativa è possibile accedere al servizio tramite l’indirizzo
http://www.istruzione.it/pagoinrete/.
Per l’accesso al servizio è richiesta l’autenticazione da parte dell’utente, che, a seguito del Decreto Legge Semplificazioni (D.L. 76/2020), può essere effettuato utilizzando le credenziali SPID, CIE, eIDAS. Al primo accesso al servizio di pagamenti viene richiesta all’utente l’accettazione preliminare delle condizioni sulla privacy.
Dopo aver effettuato l’accesso, utilizza il link Vai a Pago In Rete Scuoleper visualizzare e pagare con pagoPA le tasse e i contributi richiesti dalle scuole per i servizi erogati agli alunni.

Ho presentato tempo fa una domanda su Istanze On Line, posso accedere al sistema dei pagamenti utilizzando le stesse credenziali?

No, a seguito del Decreto Legge Semplificazioni (D.L. 76/2020), dal 01/09/2021 l’accesso può essere effettuato utilizzando solamente le credenziali SPID, CIE, eIDAS.
L’accesso con le credenziali del ministero è consentito solamente ai minorenni, in quanto non possono disporre di una identità digitale.

Non mi sono mai registrato al portale del Ministero dell’Istruzione, come posso fare la registrazione?

In base al Decreto Legge del 16 luglio 2020 (Decreto Semplificazioni) la registrazione è consentita solamente ai minorenni, in quanto non possono disporre di una identità digitale.
Per la registrazione occorre inserire i propri dati anagrafici ed un indirizzo e-mail personale di contatto, al quale saranno poi inoltrate tutte le comunicazioni dal sistema (notifiche degli avvisi, ricevute telematiche). Al termine della registrazione riceverai una e-mail per la conferma dell’indirizzo. In seguito alla certificazione dell’indirizzo e-mail di contatto sarai registrato e riceverai la comunicazione delle credenziali per effettuare il primo accesso al servizio Pago In Rete, nonché agli altri servizi portale del Ministero dell’Istruzione.

Posso pagare con Pago In Rete le tasse e i contributi scolastici per un alunno?

Puoi pagare tramite il servizio Pago In Rete solo se la scuola di frequenza utilizza Pago In Rete per la gestione dei pagamenti telematici delle tasse e dei contributi scolastici. Chiedi informazioni direttamente alla scuola.
Le scuole che utilizzano il servizio possono configurare sia pagamenti intestati eseguibili dai soli soggetti versanti associati agli alunni (avvisi) che pagamenti non pre-intestati (versamenti volontari) che possono essere eseguiti da chiunque abbia accesso a Pago In Rete.
Per ricevere le notifiche degli avvisi di pagamento intestati ad un alunno devi fare richiesta direttamente alla segreteria della scuola di frequenza di essere configurato come versante per l’alunno o come rappresentante di classe. Riceverai a seguire tutte le notifiche dei pagamenti richiesti all’alunno e potrai effettuare il pagamento tramite il servizio.
Puoi invece ricercare ed effettuare un versamento volontario per le causali di pagamento che la scuola ha reso eseguibili tramite il servizio, inserendo direttamente tu i dati del soggetto intestatario per cui effettui il versamento.

Ho ricevuto da Pago In Rete una e-mail di notifica pagamento, che devo fare?

La mail ricevuta ti informa che una scuola ha richiesto un pagamento intestato ad un alunno che la scuola ha associato al tuo profilo (in quanto genitore, responsabile genitoriale, delegato). Accedi al servizio, vai alla sezione “Visualizza Pagamenti” per visualizzare i dati di dettaglio dell’avviso di pagamento ricevuto (causale, importo, scadenza del pagamento, intestatario, nota informativa) e procedere al pagamento telematico tramite la piattaforma stessa.

Non visualizzo gli avvisi telematici emessi dalla scuola di mio figlio. Cosa devo fare?

Contatta la segreteria per informarti se utilizza Pago In Rete per la gestione dei pagamenti telematici dei contributi e delle tasse scolastiche. In tal caso chiedi di essere configurato come versante di tuo figlio in qualità di genitore. Perla richiesta devi solo fornire il tuo codice fiscale e quello di tuo figlio.
La scuola provvederà ad associare l’alunno al tuo profilo e potrai quindi riceverai le notifiche automatiche per ogni pagamento che la scuola richiederà a tuo figlio per la frequenza nella scuola. Analoga richiesta può essere inoltrata alla scuola da parte dei tutori, delegati e responsabili genitoriali.

Chi può fare richiesta di ricevere le notifiche degli avvisi di pagamento intestati ad un alunno?

Il genitore (padre/madre) dell’alunno o chi lo rappresenta legalmente (delegato o responsabile genitoriale).

Come si riceve la notifica di un avviso?

Se sei stato configurato come versante di un alunno, riceverai da Pago In Rete una mail di notifica all’indirizzo di contatto comunicato in fase di registrazione al servizio ogni qual volta la scuola emette un avviso digitale di pagamento intestato a tuo figlio.

Posso revocare il consenso alla ricezione delle e-mail di Pago In Rete?

Si, è possibile dare o revocare il consenso alla ricezione delle e-mail di Pago In Rete per la notifica di emissione di un avviso, la notifica di pagamento di un avviso intestato a un alunno al quale risulti associato e, infine, la notifica dell’esito di una transazione di pagamento da te effettuata.

Quali sono gli strumenti di pagamento e i canali utilizzabili per il pagamento telematico con il sistema?

Il pagamento può essere effettuato subito on line tramite il servizio (con carta di credito, addebito in conto, altri metodi di pagamento) oppure disponendo del documento di pagamento (scaricabile sempre da Pago In Rete) utilizzando i canali (online e fisici) di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP):

  • presso le agenzie della tua banca
  • utilizzando l’home banking del tuo PSP (cerca i loghi “CBILL” o “pagoPA”)
  • presso gli sportelli ATM o fisici della tua banca (se abilitati)
  • presso le ricevitorie, i tabaccai e i supermercati.

Dove posso trovare l’elenco dei PSP abilitati per il pagamento?

Sul sito di pagoPA all’indirizzo:
https://www.pagopa.gov.it/it/prestatori-servizi-di-pagamento/elenco-PSP-attivi/
è possibile vedere la lista dei PSP, conoscere le modalità di pagamento offerte da ogni PSP e le commissioni eventualmente richieste per la transazione di pagamento.

La mia banca non supporta pagoPA, cosa posso fare?

Quasi tutti gli istituti di credito che operano sul territorio nazionale supportano il sistema pagoPA. Elenco dei Prestatori di Servizi a Pagamento (PSP) aderenti è disponibile sul sito dell’AgID https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagoPA/dove-pagare. Se la tua Banca non aderisce al sistema pagoPA potrai comunque pagare con sistema pagoPA attraverso gli altri canali: on-line tramite il servizio Pago In Rete utilizzando una carta di credito, oppure presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e ITB.

Perché non vedo la mia banca se seleziono come modalità di pagamento “Il tuo conto corrente”?

La modalità di pagamento attraverso il proprio conto corrente prevede prima di tutto di essere titolari di un contratto di Home/Remote Banking. Se la propria banca non è presente nella lista dei PSP è possibile effettuare il pagamento attraverso il PSP Banca Intesa servizio MyBank e attraverso tutte le banche aderenti al circuito MyBank, indipendentemente dal fatto che queste abbiano aderito o meno a pagoPA. Per poter effettuare i pagamenti attraverso il circuito MyBank il contratto di Home/Remote Banking deve avere il servizio MyBank attivo.

Quali sono le banche che aderiscono al circuito MyBank?

L’elenco delle banche aderenti al circuito MyBank è consultabile al seguente indirizzo: https://www.mybank.eu/it/mybank/banche-e-psp-aderenti/.
Nel caso in cui l’utente non possegga un contratto di Home/Remote Banking il pagamento può essere effettuato utilizzando il documento di pagamento scaricabile dall’utente dopo avere selezionato gli avvisi da pagare sul sistema Pago In Rete. Vedi come all’indirizzo:
http://www.istruzione.it/pagoinrete/come.html.

Ci sono differenze di costo tra i diversi Prestatori di Servizi di Pagamento?

Si. Ogni istituto aderente a pagoPA che gestisce i pagamenti (PSP) può applicare autonomamente differenti costi, a seconda delle proprie politiche commerciali e delle condizioni contrattuali dell’utente. All’atto del pagamento il PSP prospetterà l’eventuale commissione richiesta. La commissione sarà applicata sull’intera transazione di pagamento del carrello e non sul singolo avviso posto nel carrello dei pagamenti.

Perché devo pagare le commissioni?

Le eventuali commissioni richieste per la gestione del pagamento da parte del PSP sono applicate per i costi di servizio che i PSP sostengono per garantire un servizio di qualità: ad esempio la continuità di erogazione h24x365, i tempi di esecuzione delle transazioni che devono essere molto bassi, costi dei circuiti internazionali nel caso di pagamento con carta di credito, sicurezza e servizi antifrode, affidabilità dell’infrastruttura, etc. La trasparenza dei costi di commissione dovrebbe incentivare la concorrenza, livellando nel tempo i costi di commissione verso il basso.

Cosa succede se pago due volte lo stesso servizio?

Il pagamento doppio tramite il servizio Pago In Rete non è in alcun modo possibile, perché il sistema pagoPA controlla l’esistenza della posizione debitoria e la sua consistenza al momento del pagamento. Ad esempio, nel caso in cui entrambi i genitori ricevano dalla scuola la notifica di un avviso di pagamento di un contributo scolastico per il proprio figlio e il padre provveda tramite il servizio Pago In Rete al pagamento, non sarà consentito alla madre di eseguire un ulteriore versamento per lo stesso contributo con il servizio Pago In Rete.

Posso pagare una cifra sbagliata?

Tramite il servizio Pago In Rete questo non è possibile, in quanto pagoPA non consente pagamenti errati, perché controlla l’esistenza della posizione debitoria e ne verifica l’importo dovuto al momento del pagamento.

Qual è il livello di sicurezza dei pagamenti effettuati con pagoPA?

Il livello di sicurezza è garantito dall’aderenza alle normative di sicurezza stabilite dalla Payment Card Industry (PCI) e all’aderenza ai requisiti sulla Strong Authentication previsti dalla PSD2. Tutti gli istituti di pagamento (Prestatori di Servizi a Pagamento) aderenti al sistema pagoPA devono sottostare ai requisiti di sicurezza e di prevenzione delle frodi imposti dalla PSD e PSD2.

Posso pagare on-line con carta di credito anche con pagoPA?

Si, puoi pagare con carta di credito scegliendo la modalità pagamento on-line. Sarai indirizzato sull’ attuale interfaccia del sistema pagoPA, qui selezione come strumento di pagamento la carta di credito, poi circuito (VISA, Mastercard, AMEX, ecc.) e successivamente il PSP tramite il quale fare il pagamento.

Posso utilizzare una carta prepagata per effettuare i pagamenti su Pago In Rete?

È possibile utilizzare carte prepagate, anche PostePay. Il genitore dopo aver selezionato la modalità “Carta di credito” potrà scegliere il PSP (ad esempio Unicredit) e una volta sul sito della banca potrà scegliere i circuiti disponibili (VISA, VISA Electron, Maestro, Mastercard, …). Le commissioni che saranno applicate alla transazione di pagamento sono quelle del PSP scelto dal genitore.

Perché non vedo la modalità di pagamento “Bollettino postale online”?

La modalità Bollettino Postale online è disponibile solo se la scuola ha un conto corrente postale e lo ha previsto come sistema di pagamento dell’evento, altrimenti il sistema non visualizza questa modalità.

Posso effettuare un pagamento immediato con importo superiore a € 1.000,00?

Si, è possibile effettuare pagamenti immediati con importi superiori a € 1.000 utilizzando come modalità di pagamento la carta di credito o il bonifico online. Per il pagamento con carta di credito è necessario che l’importo da pagare non sia superiore al limite di utilizzo della carta. Per il pagamento con bonifico online, oltre ad avere la disponibilità sul conto, deve essere impostato un limite di importo per i pagamenti (di qualsiasi tipologia) previsto dal contratto non inferiore all’importo del pagamento che si vuole effettuare.

Con il documento di pagamento posso effettuare il pagamento utilizzando l’home banking della mia banca?

Si, è possibile. Basta collegarsi al sito della Banca e utilizzare i servizi di Home banking per effettuare il pagamento con addebito in conto o con carta di credito seguendo le istruzioni fornite dalla tua banca per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni con pagoPA, utilizzando il codice interbancario CBILL riportato nel documento di pagamento.

Con il documento di pagamento posso effettuare il pagamento press la mia banca?

Si è possibile. Puoi recarti presso gli sportelli bancari o gli ATM abilitati utilizzando il codice IUV e i dati dell’ente creditore e seguendo le istruzioni fornite, pagando in contanti o con carte credito/debito.

Con il documento di pagamento posso pagare presso le ricevitorie?

Si è possibile. Basta recarti presso le ricevitorie abilitate (Sisal, Banca ITB, punti abilitati presso i supermercati…) e utilizzando il codice QR code presente sul documento puoi pagare in contanti o con carte credito/debit.

Con il documento di pagamento posso pagare presso gli Uffici Postali?

Si è possibile. Basta recarti presso tutti gli Uffici Postali e utilizzando la sezione Bollettino Postale PA e pagare in contanti o con carte credito/debito. La sezione Bollettino Postale è presente solo se il conto beneficiario è un conto corrente postale.

Posso utilizzare le APP per pagare utilizzando il documento di pagamento?

Si è possibile. Basta accedere all’APP della tua Banca o di un PSP abilitato (SisalPay, SatisPay, …) ed effettuare la scansione del QR Code presente nel documento e procedere al pagamento con carte di credito o utilizzando plafond precaricati.

Posso pagare più avvisi con una sola transazione?

Si, è possibile effettuare il pagamento di più avvisi contemporaneamente anche se gli alunni ai quali sono intestati frequentano classi o scuole diverse.
Nel caso in cui l’utente selezioni più avvisi di pagamento con beneficiari diversi e scelga il pagamento off-line per pagare presso ricevitorie/tabaccai ed altri PSP, il sistema predispone un documento di pagamento per ciascun beneficiario degli avvisi selezionati.

Non voglio registrarmi al servizio Pago In Rete, posso ugualmente pagare telematicamente utilizzando pagoPA?

Si, è comunque possibile effettuare il pagamento telematico. Rivolgiti alla sua scuola e chiedi la stampa del documento utile per il pagamento dell’avviso ricevuto o per effettuare un versamento volontario richiesto dalla scuola. Utilizza la stampa per pagare presso i PSP abilitati (ricevitore, tabaccai, supermercati, uffici postali home-banking, APP, …).

Come posso effettuare il pagamento telematico tramite il servizio Pago In Rete di un avviso che la scuola mi ha notificato?

Accedendo con il link “Visualizza in pagamenti” presente sulla tua home page di Pago In Rete puoi ricercare e visualizzare l’avviso di pagamento notificato dalla scuola. Può selezionare uno o più avvisi e attivare il pulsante “Effettua il pagamento”, il sistema predispone un carrello con i pagamenti selezionati e tu offre la possibilità di effettuare il pagamento immediato (con carta di credito/addebito in conto) oppure di scaricare dal sistema il documento utile per pagare successivamente presso ricevitorie/tabaccai ed altri PSP abilitati.

Il minore con delega di un genitore può effettuare i pagamenti?

Un minore può ricevere la notifica dell’avviso di pagamento se si registra al portale MI chiedendo di essere abilitato al servizio Pago In Rete. Il pagamento viene notificato anche all’intestatario (alunno) che può pagarlo.

Che vantaggi ho ad effettuare un pagamento telematico di un avviso tramite Pago In Rete?

Il principale vantaggio di utilizzare Pago In Rete è quello di affidarsi ad un sistema di pagamento semplice, rapido e trasparente (certezza dei costi di commissione, chiarezza degli importi, ecc.).
Si può pagare comodamente tramite PC, smartphone e tablet in modalità online in qualsiasi orario e giorno, tramite il bonifico bancario, tramite carte di debito, di credito, prepagate e altri strumenti di pagamento elettronico, che consentano anche l’addebito in conto corrente oppure presso ATM o POS fisici o virtuali messi a disposizione dai Prestatori di Servizi di Pagamento.
Per i pagamenti telematici effettuati tramite Pago In Rete il genitore non solo sarà sollevato dall’onere di presentare alla scuola la ricevuta del pagamento effettuato (in quanto la segreteria riceverà notifica in tempo reale del pagamento avvenuto dal sistema stesso), ma potrà anche scaricare direttamente dalla piattaforma l’attestazione del pagamento fatto valida ai fini fiscali.

La ricevuta del pagamento telematico fornita dal PSP scelto ha efficacia liberatoria?

La ricevuta del pagamento telematico (RT) dei pagamenti scolastici effettuati con il servizio Pago In Rete viene rilasciata dal PSP tramite il quale è stato eseguito il pagamento telematico.
Se il pagamento è effettuato con esito positivo la ricevuta telematica non solo è liberatoria dell’importo versato ma, altresì, liberatoria della posizione debitoria dell’alunno nei confronti della Scuola/Agenzia delle Entrate beneficiaria del pagamento, proprio poiché eseguito attraverso un PSP aderente al sistema pagoPA.
Il servizio Pago In Rete rende disponibile agli utenti le ricevute telematiche dei pagamenti effettuati dalle famiglie per le tasse e contributi scolastici.

Ho effettuato il pagamento online ma, effettuando la ricerca, vedo l’avviso nello stato “In attesa di ricevuta”, perché?

I pagamenti sono gestiti dai PSP tramite un colloquio con il nodo dei pagamenti pagoPA e pertanto possono trascorrere alcuni minuti dal momento in cui il viene effettuato il pagamento e la ricevuta con esito positivo viene inviata dal nodo al sistema Pago In Rete. Provare a ricercare l’avviso e controllarne lo stato dopo un quarto d’ora circa.

Attraverso il sistema Pago In Rete ho pagato un avviso per errore, cosa devo fare?

Contatta la segreteria della scuola per la quale hai fatto il pagamento per chiedere il rimborso.

Ho effettuato il pagamento di un avviso senza utilizzare il sistema Pago In Rete, nella mia home page trovo ancora l’avviso nello stato “Da pagare”, come devo comportarmi?

L’avviso risulta da pagare in quanto il pagamento non è stato fatto tramite il servizio. Puoi richiedere l’aggiornamento dello stato del pagamento alla segreteria scolastica, presentando l’attestazione del pagamento che hai effettuato. La segreteria scolastica provvederà a fare il riscontro manuale del pagamento e il sistema metterà l’avviso nello stato “Pagato”.

Ho chiesto alla segreteria della scuola di riscontrare il pagamento effettuato al di fuori del sistema Pago In Rete, ma non riesco a scaricare l’attestato di pagamento, perché?

Il sistema Pago In Rete consente di scaricare l’attestato di pagamento solo per i pagamenti effettuati tramite il servizio o con il documento di pagamento predisposto dal servizio. Non è prevista la possibilità di scaricare l’attestato automatico per i pagamenti effettuati con altre modalità ed occorre quindi presentare la domanda alla segreteria scolastica.

Ho effettuato un pagamento presso la ricevitoria utilizzando il documento di pagamento, devo portare la ricevuta a scuola?

No, non è necessario portare la ricevuta. Gli avvisi pagati tramite il documento vengono visualizzati in stato pagato. Anche nel caso di versamenti volontari la scuola visualizza il pagamento ricevuto completo di tutti i dati: alunno, versante, causale e data di pagamento.

Faqs relative ai servizi

Il Registro elettronico Classe Viva è un servizio fornito dall’Istituto.

L’attivazione del servizio avviene previa consegna delle credenziali personali, che devono essere sempre custodite con cura, in quanto la consegna delle medesime a persone terze dal destinatario comporta la possibilità di una futura violazione della privacy, di cui la scuola non può essere responsabile.

Dal 01.10.2021 è stata attivata la funzione di ingresso tramite spid, l’estensione di tale servizio sarà progressiva, in quanto necessita di verifica dei codici fiscali di genitori e alunni.