Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Vedi informativa privacy

seashore10.jpgseashore20.jpgseashore30.jpgseashore40.jpgseashore50.jpgseashore60.jpgseashore70.jpg

La scuola a prova di privacy

Si comunica a tutte le componenti la comunità scolastica che è disponibile online la nuova guida del Garante per la protezione dei dati personali, per "insegnare la privacy e rispettarla a scuola" (in allegato alla presente).

"Le scuole sono chiamate ogni giorno ad affrontare la sfida più difficile, quella di educare le nuove generazioni non solo alla conoscenza di nozioni basilari e alla trasmissione del sapere, ma soprattutto al rispetto dei valori fondanti di una società. Nell'era di internet e in presenza di nuove forme di comunicazionee condivisione questo compito diventa ancora più cruciale - sottolinea il Presidente dell'Autorità, Antonello Soro. "E' importante - continua Soro - riaffermare quotidianamente, anche in ambito scolastico, quei principi di civiltà, come la riservatezza e la dignità della persona, che devono sempre essere al centro della formazione di ogni cittadino".

"La guida - che si apre all'insegna dell'insegnare la privacy, rispettarla a scuola - raccoglie i casi affrontati dal Garante con maggiore frequenza, al fine di offrire elementi di riflessione e indicazioni per i tanti quesiti che vengono posti dalle famiglie e dalle istituzioni: da come trattare correttamente i dati personali degli studenti (in particolare quelli sensibili, come condizioni di salute o convinzioni religiose) a quali regole seguire per pubblicare dati sul sito della scuola o per comunicarli alle famiglie; da come usare correttamente tablet e smartphone nelle aule scolastiche a quali cautele adottare per i dati degli allievi con disturbi di apprendimento.

Si precisa che in nessun caso la scuola richiederà liberatorie generiche ai genitori degli alunni minorenni finalizzate alla pubblicazione di dati, documenti, immagini o filmati, ma preciserà sempre l'ambito all'interno dei quali si procederà all'utilizzo per finalità strettamente istituzionali, garantendo il non inserimento di dati e immagini all'interno di social network quali a titolo di esempio facebook, google+, twitter. In questi ultimi casi, qualora fosse necessario diffondere immagini per fini strettamente istituzionali, si procederà, così come previsto dalla normativa vigente, all'oscuramento dei volti in primo piano e a tutte le procedure necessarie per garantire l'anonimato dei soggetti minorenni.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Vademecum.pdf)Vademecum privacyVademecum della privacy a scuola3492 kB

Il Dirigente scolastico
Prof. Stefano Palmas

Joomla templates by a4joomla

Privacy Cookies