Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Vedi informativa privacy

RPD

(Sezione relativa ai dati del Responsabile della Protezione dei Dati personali)

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Europeo EU-GDPR che impone a tutte le aziende all’interno della UE, quindi Italia compresa, di adottare nuove misure per la protezione dei dati e per la Privacy.
Rispetto all’attuale Codice della Privacy del 2003 dlg 196, che viene quasi totalmente sostituito, introduce nuove figure come il DPO (Data Protection Officer o Responsabile della Sicurezza ) e modifica ruoli e responsabilità degli attuali Titolari e Responsabili del Trattamento.
Viene inoltre introdotto l’obbligo di denunciare alle autorità competenti qualsiasi perdita o inaccessibilità anche parziale dei dati e di documentare tutte le misure adottate per rendersi adeguati al regolamento.
Il DPO o RPD (Responsabile protezione dati) è una figura di garanzia che conosce la disciplina, la normativa e la prassi in materia di trattamento e protezione dei dati personali, e che assolve ai compiti previsti dal Regolamento.

    Esso deve:
  • Informare e fornire consulenza al Titolare;
  • Sorvegliare l’attuazione e l’applicazione;
  • Fornire se richiesto un parere; Cooperare con l’autorità di controllo.

L'attuale RPD dell'Istituto è il geometra Peppino Masia

Cookies

Il parlamento Europeo ha emanato nel maggio 2011 una nuova legge sulla privacy che obbliga i siti internet a richiedere il permesso degli utenti ad utilizzare i cookies relativi ai servizi offerti. La EU Cookie Law (legge europea sui cookies) è stata approvata anche in Italia entrando in vigore un anno dopo, il 1 giugno 2012 con decreto legislativo 69/2012 e 70/2012. Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare questo sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell’Utente, come piccoli file di testo chiamati “cookie”, che vengono salvati nella directory del browser Web dell’Utente. Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il sito e di abilitarne determinate funzionalità. I cookie sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell’Utente. In particolare:

  • Consentono di navigare in modo efficiente da una pagina all’altra del sito Web.
  • Memorizzano il nome utente e le preferenze inserite.
  • Consentono di evitare di inserire le stesse informazioni (come nome utente e password) più volte durante la visita.
  • Misurano l’utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l’esperienza di navigazione e i servizi stessi.
  • Presentano informazioni pubblicitarie mirate in funzione degli interessi e del comportamento manifestato dall’Utente durante la navigazione.

Esistono vari tipi di cookie. Qui di seguito sono riportati i tipi cookie che possono essere utilizzati nel Sito con una descrizione della finalità legata all’uso.

Cookie tecnici
I cookie di questo tipo sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito. I cookie di questa categoria comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione. In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall’utente. I cookie di questa categoria vengono sempre inviati dal nostro dominio.

Cookie analitici
I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Il Titolare usa tali informazioni per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l’utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento. Questo tipo di cookie raccoglie informazioni in forma anonima sull’attività degli utenti nel sito e sul modo in cui sono arrivati al Sito e alle pagine visitate. I cookie di questa categoria vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di rilevamento di terze parti
I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito Web da parte dei visitatori, le parole chiave usate per raggiungere il sito, i siti Web visitati e le origini del traffico da cui provengono i visitatori per le campagne di marketing. Il titolare può utilizzare tali informazioni per compilare rapporti e migliorare il Sito. I cookie raccolgono informazioni in forma anonima. I cookie di questo tipo vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie per l’integrazione di funzionalità di terze parti
I cookie di questo tipo vengono utilizzati per integrare funzionalità di terze parti nel Sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito). I cookie di questa categoria possono essere inviati dai domini dei siti partner o che comunque offrono le funzionalità presenti nel sito.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell’utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio. Per le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente, conformemente alla normativa vigente, mediante specifiche configurazioni del browser e di programmi informatici o di dispositivi che siano di facile e chiara utilizzabilità per l’Utente. Il Titolare ricorda all’Utente che è possibile modificare le preferenze relative ai cookie in qualsiasi momento. È anche possibile disabilitare in qualsiasi momento i cookie dal browser , ma questa operazione potrebbe impedire all’Utente di utilizzare alcune parti del Sito.

Siti Web di terze parti

Il sito dell’ Istituto contiene collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy. Queste informative sulla privacy possono essere diverse da quella adottata dal Titolare, che quindi non risponde per Siti di terze parti. Ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 il consenso all’utilizzo di tali cookie è espresso dall’interessato mediante il settaggio individuale che ha scelto liberamente per il browser utilizzato per la navigazione nel sito, ferma restando la facoltà dell’utente di comunicare in ogni momento al Titolare del trattamento la propria volontà in merito ad dati gestiti per il tramite dei cookie che il browser stesso abbia accettato.

Politiche della privacy di terze parti

Il sito dell’ Istituto non ha alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.

Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Firefox
Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Chrome
Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Internet Explorer
Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Safari
Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Opera

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi

Servizi di Google

Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

European Shared Treasure (E.S.T.)

European Shared Treasure (E.S.T.) è il Tesoro Europeo Condiviso, la piattaforma che raccoglie e mette a disposizione il frutto dell'esperienza Comenius, Leonardo da Vinci, Grundtvig. Nel sito EST sono stati inseriti i lavori e le attività realizzate dagli studenti dell'IIS Falcone Borsellino riguardanti il Progetto Comenius "Be My GUEST"

Vai alla pagina Comenius del progetto Be my Guest

Comenius Mobilità in Francia

Duemila anni fa chi conosceva il latino poteva parlare col mondo intero.
Oggi quella lingua rappresenta, seppur con importanti eccezioni, solo una fatica ed un motivo ansiogeno per gli studenti liceali. Ma niente paura: la sua efficacia espressiva, la sua immediatezza e concretezza sono state acquisite dalla nuova lingua universale.
La conferma si può riscontrare tutti i giorni; ultima occasione, la recente esperienza di tre alunni del liceo scientifico di Arzachena (Giovanni Azara, Federica Sechi, Virginia Occhioni), rientrati da un convegno Comenius in Francia, alle porte di Parigi: si sono confrontati con 5 delegazioni europee (Spagna, Portogallo, Polonia, Turchia e Francia), sapendo già in anticipo che l’unico strumento di comunicazione sarebbe stato per tutti la lingua inglese.
Non appaia esagerato o forzato un paragone coi tempi passati: nell’alto medioevo i CLERICI VAGANTES si spostavano da una università europea all’altra, portando la loro scienza, le loro esperienze, il loro pensiero; soprattutto, gettando le basi di quella nascente identità che, nel lungo periodo e con alterne vicende, spesso anche tragiche, ha portato al consolidamento della moderna idea di EUROPA.
La U.E. che oggi conosciamo, molto opportunamente favorisce e sponsorizza spostamenti e incontri tra realtá nazionali diverse. Il progetto Comenius BE MY GUEST spinge in questa direzione. Non é esperienza di tutti i giorni vedere delegazioni di 6 paesi diversi che interagiscono, familiarizzano, favoriscono lo scambio multiculturale, accrescono il desiderio nelle nuove generazioni di viaggiare e inserirsi agevolmente in un contesto internazionale.
I 3 studenti di Arzachena, accompagnati dai Prof.ri Paola Malva e Tonino Nieddu, hanno avuto l’opportunità non solo di visitare Parigi, la reggia di Versailles, una sorprendente Bergerie Nationale, ma anche di presentare ai loro coetanei ed ai professori stranieri gli aspetti storico-culturali e le bellezze del proprio territorio, nonché la valenza turistica dello stesso. Naturalmente garantendo di ricambiare l’ affettuosa accoglienza in casa nostra nella prossima primavera.
È superfluo rilevare, ma non tanto, come ogni momento sia stato caratterizzato da un profondo senso di familiarità, di integrazione, di condivisione di vedute e, non ultima, di reciproca simpatia. Tanto che, anche chi malauguratamente non familiarizza troppo con la lingua inglese, riesce pur tuttavia a trovare motivi di incontro e di scambio culturale.
P.S. La constatazione dell’incipit non voleva certo apparire come un invito a trascurare lo studio del latino! Tutt’altro. Vuole essere, invece, una pressante raccomandazione a impadronirsi, come gli antichi romani, MAIORES NOSTRI, di uno spazio non piccolo del mondo contemporaneo: impossessandosi con assoluta dimestichezza e totale disinvoltura degli strumenti moderni; la lingua inglese, non disgiunta da quello straordinario, moderno, rapido veicolo di avvicinamento: internet e le tante potenzialità informatiche.
(Cmq lo studio del latino può solo favorire l’acquisizione di queste competenze.)

Antonio Nieddu

Accessibilità e Catalogo di dati, metadati e banche dati

  • Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso delle amministrazioni:
  • Comenius Mobilità in Polonia

    Un’altra tappa del progetto Comenius per i ragazzi del Liceo Scientifico di Arzachena: Koszalin, Polonia.
    La selezione ha premiato Marika Floris, Roberta Roggero, Lukas Jehlicka e Gianluca Magrì, che hanno partecipato al viaggio accompagnati dalle grintose professoresse Manuela Milia e Giulia Parisi.
    La delegazione italiana, come anche quelle degli altri stati partecipanti (Portogallo, Spagna, Francia, Turchia), ha ricevuto una calorosa accoglienza. Accanto a comuni attività come la visita della città e i giochi a squadre, il gruppo italiano è stato coinvolto nella preparazione di un piatto tipico nazionale (con la scelta degli gnocchi di patate al pesto).
    Uno dei principali obiettivi del progetto Comenius è quello di incentivare gli scambi culturali tra i cittadini d'Europa. Senza dubbio questo è avvenuto nel corso della mobilità in Polonia, durante la quale i ragazzi delle diverse nazionalità hanno trovato numerosi punti di convergenza tra le loro culture nazionali, dalla cucina alla musica, e sono stati in grado di scoprirei caratteristiche comuni in ognuno di questi ambiti.
    Durante il soggiorno, gli studenti hanno potuto ammirare le bellezze paesaggistiche della Pomerania, recandosi in diverse località sul Baltico e svolgendo attività sportive sulle spiagge di questo mare; inoltre sono venuti a contatto con le antiche tradizioni della Polonia e con la cultura slava.
    Tuttavia il ricordo più forte che continuerà ad essere sempre nell’animo di tutti i partecipanti è quello dei rapporti di amicizia che sono nati e che si manterranno forti nonostante la distanza delle località di provenienza. Le barriere linguistiche, invece, non hanno mai costituito un problema perché tutta l’esperienza si è svolta in inglese, lingua ufficiale del progetto.

    Marika Floris

    Allegati:
    URL:DescrizioneDimensione del File
    Accedi a questo URL (http://www.iisfalconeborsellino.it/images/polonia.ppt)PresentazioneFile ppt3802 kB

    Joomla templates by a4joomla

    Privacy Cookies